Approfondimenti

I cinque benefici dell’agopuntura per i pazienti oncologici

Vasti sono i campi di applicazione dell’agopuntura e delle altre metodiche della Medicina Tradizione Cinese (moxibustione, coppettazione, elettro-agopuntura, fitoterapia, ecc.) nell’ambito delle terapie oncologiche complementari di supporto ai trattamenti convenzionali. Passiamo in rassegna i cinque benefici più evidenti.

RIDUZIONE DELLA NAUSEA, DEL VOMITO E DELL’ASTENIA ASSOCIATI ALLA CHEMIOTERAPIA

Studi del National Cancer Institute statunitense hanno confermato una forte evidenza dell’efficacia dell’agopuntura su questi sintomi estremamente comuni in corso di chemioterapia, per i quali esistono protocolli di trattamento ben codificati da tempo e a volte offerti dagli stessi day hospitaloncologici.

SOLLIEVO DEL DOLORE DA NEUROPATIA, INTERVENTI CHIRURGICI, PROGRESSIONE DI MALATTIA, PATOLOGIE CRONICHE

L’agopuntura può notevolmente aiutare permettendo una riduzione nel dosaggio dei farmaci con conseguente riduzione degli effetti collaterali correlati all’assunzione delle terapie antalgiche. Vantaggi vi sono anche dal punto di vista circolatorio, nella gestione dell’edema degli arti post-chirurgico, nelle contratture muscolari e nelle parestesie neuropatiche.

MIGLIORAMENTO DELLA DIGESTIONE, DELL’APPETITO, DELLA FUNZIONALITA’ INTESTINALE

L’utilizzo dell’agopuntura, spesso in associazione a fitoterapia,  può risultare utile in caso di dispepsia, difficoltà digestive, assenza di appetito in corso di terapie oncologiche, consentendo in tempi più rapidi il ripristino di una alimentazione corretta/variata e di una sufficiente idratazione. La stimolazione di specifici punti di agopuntura, anche con auto-massaggio, favorisce il mantenimento o il ripristino di una equilibrata funzionalità intestinale.

GESTIONE DELLO STRESS

I pazienti oncologici che affiancano trattamenti di agopuntura e medicina integrativa ricevono un sostegno importante nella gestione dello stress e dell’ansia che comprensibilmente accompagna il loro percorso terapeutico. Essi riferiscono una migliore sensazione di benessere, di controllo delle emozioni e un miglioramento del riposo notturno. E’ scientificamente dimostrato come la stimolazione di alcuni punti di agopuntura specifici consenta di rilassare il sistema nervoso grazie a una diminuzione dell’adrenalina (ormone dello stress) e a un incremento delle endorfine (analgesici naturali).

SUPPORTO FISICO, MENTALE ED EMOZIONALE

Un affiancamento agopunturistico regolare in corso di terapie oncologiche può supportare il paziente nel suo percorso di cura, affrontando le diverse problematiche fisiche e psicologiche, aiutando il mantenimento o il più rapido recupero di un buon equilibrio.

Per chi in altre occasioni non si fosse mai sottoposto ad un trattamento di agopuntura, ricordiamo che:

  • l’agopuntura, effettuata da un medico con specifica formazione, è sicura, efficace, priva di effetti collaterali;
  • gli aghi per agopuntura sono estremamente sottili (poco più di un capello), sterili e monouso;
  • nel corso della sedute la maggior parte dei pazienti avverte un intensa sensazione di benessere e rilassamento.